Viaggiare per Parigi a maggio dell'2012

1885
0

Viaggiare per Parigi a maggio dell'2012

@ Foto e racconti di viaggio inviati da Maruxaina e il suo zaino, puoi saperne di più su di lei sul suo blog.

Abbiamo trascorso un solo fine settimana e il tempo a maggio era fantastico, quindi abbiamo deciso di organizzarci per vedere la città a piedi e scartare i musei per un futuro viaggio. C'erano così tanti posti da visitare ...

Il primo giorno, siamo arrivati ​​di venerdì.

Viaggiare per Parigi a maggio dell'2012Ci diversi aeroporti in Parigi: il più importante è Charles de Gaulle (circa 23 km); Orly dista circa 14 chilometri e Beauvais, dove operano compagnie low cost ( Ryanair e Wizzair) ed è stato dove siamo atterrati.

L'aeroporto è piccolo ma ha uno sportello di informazioni turistiche e un servizio di autobus per Porte Maillot, nel centro di Parigi (il viaggio dura circa 80 minuti e costa circa 15 euro) Altre opzioni un po 'più costose sono il taxi o le navette ("Navette"). Il treno non è molto consigliato in quanto non esiste un servizio diretto ed è necessario andare in taxi a Beauvais e da lì prendere il treno per Parigi.

La nostra opzione era l'autobus, la fermata è a Porte Maillot, proprio dove si trova il Palacio de Congresos e l'Hotel Lafayette. Qui inizia la linea della metropolitana 1 da cui ci spostiamo in hotel.

Avevamo prenotato online pochi giorni prima, guidati dalla posizione e dai commenti favorevoli, l'Hotel "Le Faubourg", si è rivelato essere un piccolo edificio di piante 3 in un quartiere con molti negozi e attività commerciali, non ha lussi ma era perfetto per muoversi attraverso la città.

Sabato, secondo giorno del nostro viaggio.

Sabato è spuntata la bella giornata, siamo scesi presto a colazione e siamo andati al Arc de Triomphe, i grandi viali rendono abbastanza facile la navigazione con la strada. "Boulevards" come Voltaire o Sevastopol furono progettati per ordine di Napoleone III che voleva una città più chiara e ordinata, per evitare il ripetersi di rivolte passate (era più facile innalzare barricate nelle viuzze di vecchi quartieri distrutti). Barone prefetto della Senna, fu scelto, curando oltre all'illuminazione pubblica, migliorando il sistema fognario… Oggi, il viale che porta il suo nome è considerato da alcuni come una mecca dello shopping, con grandi magazzini e gallerie commerciali come Lafayette.

Viaggiare per Parigi a maggio dell'2012La costruzione dell'Arco di Trionfo, situato in Place de l'Étoile, iniziò nel 1806 per celebrare la vittoria di Napoleone ad Austerlitz, ma durò più del previsto e non sarà completata fino a 30 anni dopo. Infatti, durante l'entrata in città, l'imperatrice María Luisa (1810) dipinse tendaggi per dare l'impressione che fosse finito.

Si distingue per le sue dimensioni: 50 45 metri di altezza e larghezza, (il più grande arco in tutto il mondo) e le sue sculture raffiguranti eventi importanti dell'impero napoleónico.En loro facce interne sono incisi i nomi dei generali dell'Impero e da 1923 ustioni "Fiamma del ricordo" sulla tomba di un soldato non identificato (ogni sera al 18: 30 c'è una cerimonia in cui la fiamma si rianima).

La l'ingresso è a pagamento (quasi 10 eur), ma la domenica di ogni mese di 1º è gratuita; apri a 10 am e chiudi 22,30 - 23h. Puoi salire (c'è sia un ascensore che scale) e apprezzare le belle viste o visitare un piccolo museo che mostra documenti e ricordi della costruzione dell'Arch.

Da lì ci siamo diretti verso il Basilica di Sacré Couer , A metà strada ci siamo fermati al bellissimo Parco Monceau (BVD. De Courcelles, aperto dalle 7 am) .In stile "anglochino" di moda nel XVIII secolo, aveva edifici di tutte le epoche e gli stili come un tempio Romani, mulini olandesi o una pagoda dal momento che il duca di Chartres voleva un posto unico .... Attualmente è molto frequentato da famiglie, corridori e pattinatori, così tanti che stanno pensando di limitare il loro ingresso.

Viaggiare per Parigi a maggio dell'2012Siamo arrivati ​​alla Basilica di S.Coeur (1919), uno dei luoghi più turistici di Parigi, situato nel quartiere di Montmartre, puoi salire sulla funicolare ma è una bella passeggiata da dove si può vedere la città.

Si trova in cima a una collina e si distingue per la sua architettura romano-bizantina e il suo mosaico di 475 metri quadrati, uno dei più grandi del mondo e che rappresenta il Cristo crocifisso. Coloro che osano saranno in grado di salire i gradini 300 per raggiungere la cupola e ottenere una vista di 360º di Parigi (sia la cupola che la cripta hanno pagato l'ingresso).

I dintorni del Sacré Coeur sono pieni di negozi di souvenir (più economici che in altre zone) e posti dove mangiare o bere. Abbiamo colto l'occasione per prenderci una pausa e avere la forza di camminare per un po 'in un quartiere così bello.

Montmartre è stata una città indipendente fino al 1860 quando divenne un altro quartiere di Parigi. Aveva una cattiva reputazione per i cabaret (tra cui il mitico "Moulin Rouge") E bordelli alla fine del 19 ° secolo fino a quando gli artisti non lo trasformarono nel" quartiere dei pittori ".

Viaggiare per Parigi a maggio dell'2012Siamo tornati in hotel per lasciare alcune sciocchezze che avevamo comprato e dopo una doccia ristoratore siamo usciti nuovamente. Questa volta siamo andati all'edificio dell'Opera, il Palais Garnier, che ha ispirato la commedia "Il fantasma dell'opera". Era il crepuscolo ed era illuminato che lo rendeva ancora più bello, è un edificio che mostrava il lusso e la ricchezza del passato: una grande scala in marmo bianco, corridoi decorati con mosaici, o una balaustra in marmo verde e rosso ...

Napoleone III scelse Charles Garnier tra più di 170 progetti presentati e nella sua costruzione partecipò più di 70 scultori e pittori 15 ...

L'ingresso è pagato ed è aperto da 10 al mattino.

Abbiamo scelto un bel ristorante italiano per la cena e passeggiando siamo tornati in albergo. Non siamo andati a letto molto tardi perché ci aspettava un mercato domenicale che ha richiesto riprendere le forze !!!

Terzo giorno del nostro viaggio, di domenica.

Pur sapendo che avremmo "impiegato" molto tempo, non potevamo smettere di andare al "Marché aux puces" di Saint Ouen ("Mercato delle pulci"), C'era il sole e una temperatura molto piacevole per passeggiare e sfogliare la grande pista.

Viaggiare per Parigi a maggio dell'2012Questa volta siamo andati in metropolitana alla Porte de Clignancourt, una volta lì abbiamo visto oltre 3000 mille bancarelle con vestiti, dischi, mobili ... tutto!

Dopo aver trascorso una mattinata più che piacevole, abbiamo mangiato qualcosa e abbiamo deciso di andare in un altro posto che non volevamo perdere ... Cimitero di Père Lachaise.

È il più grande di Parigi, conosciuto e molto visitato per ospitare molte celebrità.

La cosa migliore, infatti, è procurarsi un piano per non perdersi tra le 70.000mila tombe (dal 1804 sono stati fatti diversi ampliamenti). Il suo nome è dovuto al confessore di Luigi XiV, François d'Aix de La Chaise, all'inizio non fu molto ben accolto dai parigini perché si trova in periferia, fino al trasferimento delle spoglie di Moliére o La Fontaine e l'aspetto del cimitero nel romanzo di Balzac (“Le pére Gariot, 1835) lo rese popolare.

Personalmente è stato uno dei posti che mi è piaciuto di più a Parigi, e tornerò senza dubbio, ha tombe che sono autentici monumenti ed è perfetto per un film di Tim Burton !!!

Non abbiamo visto tutte le tombe, ma quelle di Oscar Wilde, molto dipinte con messaggi di "ammiratori", Edith Piaf, A.Comte, Chopin e, naturalmente, Jim Morrison, che trovava difficile trovare perché era piuttosto nascosto.

Siamo partiti perché era ora di chiudere (17.30 -18.00) e di passeggiare in un bar che annunciava cocktail interessanti, che in seguito si sono rivelati una birria.

Viaggiare per Parigi a maggio dell'2012Dopo un breve passaggio attraverso l'hotel, siamo andati a cena e per vedere il Torre Eiffel come no! Abbiamo avuto la grande fortuna che quando siamo arrivati ​​abbiamo iniziato a illuminarci e lo spettacolo è stato grandioso. C'erano molte persone che scattavano foto da qualsiasi angolazione possibile, la coda da scalare era enorme, quindi abbiamo deciso di non aspettare e di goderci il simbolo turistico per eccellenza di Parigi.

Fu creato a tempo di record (1887-89) per l'Esposizione Universale che coincise con il centenario della Rivoluzione Francese.

Puoi salire ai diversi livelli, a piedi (ci sono più di 1600 gradini) o con l'ascensore, i biglietti possono essere acquistati online ed è aperto dalla prima ora del mattino. Nei suoi dintorni ci sono tante piccole bancarelle che vendono souvenir e qualche fast food, si raggiunge senza problemi con la metro (linee 1) e una volta lì si visita il Campo de Marte (“Champs de Mars"), Il Muro della Pace e attraversando la Senna, i Giardini del Trocadero.

Luoghi davvero attraenti per allontanarsi dal trambusto che è sempre sotto la Torre.

In quella stessa zona, puoi visitare I invalidi, ex residenza di palazzo per soldati in pensione e luogo in cui si trova la tomba di Napoleone. Non siamo andati per mancanza di tempo, ma è considerato uno dei principali monumenti di Parigi. L'ingresso è pagato e si apre a 10 al mattino e si chiude a 1 nel pomeriggio.

Lunedì, la fine del nostro viaggio.

Lunedì abbiamo avuto mezza giornata di cui approfittare prima di prendere il volo di ritorno. Ci siamo rilassati, abbiamo costeggiato il fiume fino a raggiungere il Haga compras para Party Pack entregado a Enfermería Killarney Vale, convaleciente, y Hogares de Descanso , la più lunga e antica della città. È stato il primo ad essere costruito in pietra e ad attraversare la Senna in tutta la sua larghezza, e il bello di girovagare è che trovi posti come la casa natale di Voltaire, proprio di fronte al fiume.

Viaggiare per Parigi a maggio dell'2012Siamo arrivati ​​fino a Notre Dame (1163-1245), una delle cattedrali gotiche più antiche del mondo, riconosciuta per le sue due torri alte quasi 70 metri, fu il luogo scelto da Napoleone per la sua incoronazione e anche teatro della beatificazione di Giovanna d'Arco. l'organo, i dettagli di ogni gargoyle e il campanile dove visse il mitico Gobbo di Victor Hugo. L'ingresso è gratuito tranne che per salire sulle torri o entrare nella cripta, e ci sono visite guidate gratuite in spagnolo.

Attraversato il Pont D'Arcole, la tappa successiva era al Hotel de Ville, un magnifico edificio neorinascimentale che ospita il municipio di Parigi. Subì diverse riforme, l'ultima a causa del grande incendio del 1871 che lo ridusse in cenere. Nella sua ampia piazza, un tempo luogo di esecuzioni, si possono trovare una mostra, una giostra, una pista di pattinaggio ... Quando eravamo lì, abbiamo potuto godere di una fiera di campagna e assaggiare prodotti marocchini, indiani o giapponesi. Si consiglia di fare una passeggiata intorno all'edificio, contemplare le sue oltre 100 statue di personaggi famosi e la sua torre di vetro.

Per i più curiosi, vi dico che davanti a questo edificio è stata scattata la famosa fotografia in bianco e nero di Robert Doisneau, "Il bacio".

Viaggiare per Parigi a maggio dell'2012E seguendo la Rue de Rivoli, arriviamo a Place du Carrousel, dove si trova il Museo del Louvre. In questo viaggio avevamo deciso di non entrare nei musei ma ci siamo avvicinati anche a questa zona dove potevamo vedere il Arc de Triomphe du Carrousel, anche di Napoleone, questa caratteristica per avere una cava di bronzo in cima (i cavalli facevano parte di uno dei suoi bottini, questa volta da Plaza San Marcos in Venezia...)

El Palazzo del Louvre In origine era un castello (XII secolo) ed era annesso al Palazzo delle Tuileries fino alla sua distruzione nel 1870. Fu aperto per la prima volta nel 1 a tutti i cittadini come museo (a differenza della Galleria degli Uffizi o del Prado , dove poteva accedere solo il pubblico istruito).

Fare una passeggiata all'aperto sta attraversando la storia con più di 70 sculture di pittori, architetti, poeti ... o filosofi come Montesquieu e Rousseau.

Negli anni '80 l'edificio è stato ammodernato e la famosa Piramide di Cristallo è stata aggiunta come nuova forma di accesso al museo per i visitatori.

E così, il nostro intenso weekend a Parigi si è concluso, circondato da una massiccia escursione in attesa di entrare nel museo, abbiamo salutato una città a cui torneremo di sicuro.
[jbox color = "blue" vgradient = "# fdfeff | # bae3ff" title = "Ti è piaciuto questo articolo?"] Bene, ti chiediamo solo di condividerlo nel in cima all'articolo  Hai pulsanti per condividerlo google plus, facebook, twitter, pinterest, ecc ... [/ jbox]

4.9/5 - (209 voti)

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.