Conosci i tuoi diritti quando voli con una compagnia aerea?

97
0
@https: //pixabay.com/en/aeropuerto-a-la-wait-802008/

Ci sono alcuni aspetti di cui ci occupiamo di più durante tutto l'anno rispetto al nostro viaggio aereo. I costi economici e temporanei di pianificare le nostre vacanze o i nostri viaggi a parenti e amici rendono la transazione di acquisizione di un biglietto un passo di estrema delicatezza. Pertanto, quando segniamo la data e l'ora del nostro volo sul nostro calendario, qualsiasi battuta d'arresto che lo influenza diventa un calvario senza fine. Le condizioni meteorologiche o un'infinità di incidenti negli aeroporti, nelle compagnie aeree e negli aerei possono disturbare i nostri piani nel minor tempo possibile. Ora, anche se una bevanda così negativa è inevitabile, è importante sapere che ogni passeggero è assistito da una serie di diritti che non dovrebbero essere cancellati. In questo senso, vi è un grado significativo di disinformazione da parte delle compagnie aeree e delle agenzie di viaggio, il che rende ancora più essenziale prendere l'iniziativa e agire in tempo per richiedere tali compensazioni.

Il motore di ricerca dei viaggiatori Liligo, che è responsabile di offrire ai propri utenti informazioni sulle offerte di viaggio e la possibilità di scambiare informazioni con il settore del turismo, ha recentemente sviluppato uno studio che raccoglie i casi più comuni in termini di incidenti passeggeri aria, nonché le compensazioni e i servizi corrispondenti a cui hanno diritto prima, durante e dopo la data in cui è programmato il loro viaggio. Questo studio, a cui è possibile accedere cliccando qui, distingue tra casi relativi a ritardi, cancellazioni, scioperi e overbooking, ma menziona anche altri incidenti relativi a bagagli o passeggeri con esigenze speciali. In questo articolo spieghiamo i fattori chiave da prendere in considerazione negli incidenti più comuni:

I tuoi diritti in caso di ritardo

I ritardi sono forse l'incidenza più frequente quando si viaggia, e quindi sono anche i casi in cui le compensazioni variano in base alla grandezza della battuta d'arresto. In questo modo, solo i ritardi superiori a cinque ore e in cui il passeggero prende la decisione di non viaggiare, hanno diritto al rimborso. Se il ritardo si verifica sul volo di andata, il rimborso corrisponderebbe all'intero biglietto, mentre se viene restituito, sarà allegato all'itinerario di ritorno. Inoltre, a seconda della distanza del volo, il passeggero può ricevere un risarcimento aggiuntivo che può raggiungere gli euro 600 in viaggi superiori a 3500 km. D'altro canto, in caso di ritardo di almeno due ore, la compagnia aerea è obbligata ad informare il passeggero dei propri diritti in termini di risarcimento e assistenza. Inoltre, se il volo subisce un ritardo di due o più ore e il percorso supera 1500 km, la compagnia aerea è obbligata a offrire cibo o alloggio a titolo gratuito a seconda del tempo che i passeggeri devono attendere.

In caso di cancellazione

Quando si tratta di cancellazioni, il fattore chiave è indagare sulle cause che le hanno provocate. Pertanto, in circostanze straordinarie di natura politica o avverse condizioni meteorologiche che mettono a rischio la sicurezza dei passeggeri, la compagnia aerea dovrebbe offrire la possibilità di recuperare l'importo economico del biglietto o di trasferirsi sul volo successivo, assumendosi anche la responsabilità delle spese. di manutenzione associata a detta opzione. Se, d'altra parte, le circostanze che portano alla cancellazione sono la diretta responsabilità della compagnia aerea, il risarcimento sarà disponibile a condizione che l'incidente sia notificato meno di due settimane prima della data del volo e se il volo differisce in più di due ore rispetto all'orario originale. Infine, se la cancellazione avviene per motivi di sciopero, le compagnie aeree sono obbligate ad assistere e risarcire le persone colpite, come previsto dal regolamento (CE) 261 / 2014 sui diritti dei passeggeri.

In caso di overbooking

A volte capita che le compagnie aeree vendano più posti di quelli consentiti dalla capacità dell'aeromobile, una situazione consentita dalla legge. Tuttavia, in questa circostanza, la compagnia aerea ha l'obbligo di raggiungere accordi con i passeggeri per rinunciare volontariamente al loro posto. Se il volume delle deroghe richieste non viene prodotto, la compagnia aerea ha il diritto di rifiutare l'imbarco, ma anche l'obbligo di offrire un risarcimento ai passeggeri che possono raggiungere gli euro 600.

Bagaglio in ritardo o perso

Se il passeggero non riceve il suo bagaglio fino a due o tre giorni dopo l'arrivo a destinazione, ha diritto al rimborso delle spese che questo inconveniente comporta. D'altra parte, in caso di perdita del bagaglio, è presente il diritto al risarcimento, che può raggiungere gli euro 1.131, a meno che prima della fatturazione non sia stata fatta una "dichiarazione speciale sul valore della consegna dei bagagli". Inoltre, se il bagaglio è danneggiato, il passeggero che presenta un reclamo entro sette giorni dalla ricezione ha diritto al risarcimento.

Conosci i tuoi diritti quando voli con una compagnia aerea?
Lasciaci la tua valutazione?